Pratiche Catastali


Riconfinamenti, frazionamenti, accatastamenti, variazioni, verifiche e ogni pratica connessa alle pratiche catastali.

logoclaudioIl riconfinamento consiste nella verifica e nella individuazione in loco dell’effettiva dividente tra le proprietà interessate dalla stessa.

Con il termine “frazionamento catastale” viene indicata una procedura che può coinvolgere sia terreni che unità immobiliari in genere quali, ad esempio case in appartamenti, villette indipendenti, negozi e tante altre strutture edilizie. Per quanto riguarda il frazionamento immobile, l’operazione consiste, fondamentalmente, nella divisione (quindi frazionamento) di una singola struttura in più unità più piccole; quindi, al termine di questa procedura deriva un determinato aumento del carico urbanistico. A differenza delle tradizionali ristrutturazioni, infatti, il frazionamento immobile va a dare vita ad un maggior numero di unità abitative corrispondenti generalmente ad un maggior numero di nuclei familiari. Il frazionamento terreno, infine, consiste nella divisione di un terreno in uno o più lotti (appunto frazionamento terreno); anche in questo caso, il Comune deve preventivamente approvare e autorizzare la richiesta di frazionamento terreno stesso. Per eseguire un frazionamento catastale in genere (frazionamento terreno e frazionamento immobile) è necessario richiedere ed elaborare delle documentazioni specifiche.

L’accatastamento di un immobile è un procedimento necessario da svolgere per un nuova costruzione ed per ogni immobile oggetto di ristrutturazione per ampliamento, diversa distribuzione di spazi interni, cambi di destinazioni d’uso o dei frazionamenti di strutture esistenti. Inoltre, l’accatastamento di un immobile deve essere effettuato indipendentemente dall’uso che sarà poi fatto dello stesso, il quale potrebbe essere residenziale, commerciale, direzionale, industriale o agricolo.

La variazione catastale negli edifici, consiste in una procedura che consente di variare le informazioni presenti negli archivi della Agenzia del Territorio (catasto) aggiornando in tal modo la situazione relativa alla planimetria dell’immobile, i dati catastali, l’intestazione, la rendita, le informazioni tecniche, ecc… Tale procedura viene attuata grazie all’utilizzo del programma DOCFA da parte di un tecnico abilitato, che attraverso una serie di indagini e operazioni tecniche conclude l’aggiornamento degli atti catastali. :: Soggetti aventi titolo per la presentazione dell’aggiornamento catastale: Proprietario, co-proprietario, usufruttuario, in caso di comproprietà è sufficiente che la pratica venga redatta da un solo dei soggetti interessati, infatti è sufficiente comunicare all’Agenzia del Territorio i dati degli altri proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *